• Verona

    16^ Agsm Veronamarathon

    19 novembre 2017

    Tre distanze di gara per la 16^ Agsm Veronamarathon Eventi di domenica 19 novembre a Verona: la Maratona da 42,195 km, gara internazionale Iaaf e Aims, valevole come Campionato Italiano per le categorie Assoluti e Fidal, la Cangrande Half Marathon da 21,097 km e la Last 10 km benefica, competitiva e ludico motoria. 

    In più di 11mila hanno invaso la città scaligera, eletta patrimonio dell’umanità dall’Unesco, attratti dalla certezza di competere attraverso un percorso, non del tutto privo di insidie seppure abbastanza veloce, ma denso di storia e di bellezze naturali come raramente accade.

    Sulla distanza più lunga tra gli uomini ha festeggiato Robert NDIWA in 2h12’51”. Prima delle donne la 37enne trentina Federica Dal Ri (Esercito) al traguardo in 2h37’45”: al rientro dopo la maternità, ha dedicato la vittoria alla piccola figlia Chiara.

    La mezza maratona se la sono aggiudicati il keniano Rodgers Mayo in 1h02’18” e l’azzurra Ivana Iozzia (Calcestruzzi Corradini Rubiera) in 1h17’07”.

    I più veloci sui 10 Km Andrea Pranno (G.P. Parco Alpi Apuane) in 32’04” ed Elektra Bonvecchio (Atletica Trento) in 37’51”.

    La Runforever Aprilia ha voluto essere presente ed ha schierato 16 atleti, 12 sulla distanza regina e 4 sulla mezza.

    I monumenti romani, medievali e rinascimentali, il lungadige sono stati muti incitatori dei ragazzi in gara, i quali, forse ispirati da cotanta bellezza, hanno offerto tutti ottime prestazioni.

    Sui 42,195 Km best time per ben cinque atleti: Emanuele Battaglia, Massimiliano Nardacci, Massimo D’Agostino, Rocco Di Fede ed Umberto Bracci. Emanuele, il primo della Runforever, ha infranto il muro delle tre ore chiudendo in 2h59’14”: un grande! A seguire Massimiliano, con costanza e caparbio lavoro è riuscito a concludere in 3h28’52”, applausi! Massimo, trascinato dalla sua Elisabetta, dai piccoli Nicola e Rita e da un angelo custode ha conquistato il suo personale in 3h30’37”, strepitoso! Rocco, con una splendida progressione, ha raggiunto il traguardo in 3h45’35”, chapeau! Umberto preciso, regolare, sorridente, in solitudine per tutto il percorso, ha terminato in 3h56’16”, perfetto!

    Di livello anche le performance offerte dagli altri gialloblù: Riccardo Volpe ha chiuso in 3h06’57”: il ragazzo si farà, è fortissimo! Gianluigi “Brivido” Bianchini 3h13’15”; Enrico Andreotti 3h31’04”; Raffaele De Santis 3h38’16”; Claudio Cordella 3h50’28”; Fabiola Vulpiani 3h57’41”; Giovanni Fiore 04h06’52”.

    Tra gli iscritti alla Cangrande Half Marathon Michele Papa, si è distinto chiudendo in 1h24’11”; Enrico Giustiniani ha portato a casa un ragguardevole 1h45’19” e Milena Mossucca ha concluso in 2h05’35”.

    Menzione a parte per Canio Martinelli: la testardaggine lucana, l’impegno e la dedizione lo hanno accompagnato al personal best: 21,097 Km in 1h44’36”, chissà dove arriverà di questo passo! Bravo Canio!

    L’idea di portare fuori dai confini regionali i colori della Runforever in gruppo è stata vincente.  6 personal best su 16 partecipanti è un risultato raramente apprezzabile. A presto la replica. Il 4 febbraio 2018 alla conquista della Halh Marathon di Napoli! Runforever!