• Roma

    24^ Maratona di Roma 2018

    8 aprile 2018

    24^ Maratona di Roma.

    Nella vie della città eterna, sfilando tra le bellezze storiche mozzafiato, la tradizionale Maratona di Roma si è svolta in una domenica soleggiata di aprile.

    Due le manifestazioni in programma: la Maratona, gara competitiva sulla distanza di 42,195 mt con oltre 14.000 iscritti e la Fun Day gara amatoriale sulla distanza di 5 km con 80.000 iscritti.

    La partenza e l’arrivo della Maratona è stata allestita in Via dei Fori Imperiali, servizio d’ordine molto accurato, fermata Colosseo della metro B chiusa. Nella mattinata presto il serpentone dei partecipanti, provenienti da tutto il mondo si è incanalato nelle proprie griglie attendendo la partenza scaglionata ad ondate. La giornata si è presentata subito troppo calda per una gara così lunga e nonostante i ristori ed il servizio spugnaggi allestiti lungo il percorso molti sono stati i ritiri e circa 200 persone sono state soccorse per disidratazione. Ma la bellezza del percorso che ha portato gli atleti a ridosso di tutti i principali monumenti storici e il calore del pubblico che ha applaudito senza sosta gli arditi di questa gara massacrante, hanno reso questi chilometri carichi di emozione.

    Nel frattempo al Circo Massimo veniva allestito il Fun Village, aperto al pubblico con ingresso gratuito e dove era fissato il traguardo della 5 km non competitiva che ha visto la partecipazione di intere famiglie accompagnate anche dagli amici a 4 zampe.

    Tornando alla Maratona, è stato il Il keniano Cosmas Jairus Kipchoge Birech ad imporsi con il tempo di 2h08:03 mentre il miglior italiano è stato Ahamed Nasef (2h21:07) che è giunto quattordicesimo. Tra le donne si è imposta per la terza volta consecutiva l’Etiope Rahma Tusa che ha tagliato il traguardo 2h23:46. Tra le italiane la migliore è stata Paola Salvatori giunta 13esima con il tempo di 2h50:18 e pochi secondi dopo di lei  Anna Zilio (2h58:50).

    Anche la Runforever Aprilia è stata presente all’evento con 7 atleti alcuni esperti di questa gara, altri alla loro “prima volta” come Marco LUPO che paragona la sua gara ad “Un film che gli scorre in testa” pieno di emozioni, angosce, momenti di rassegnazione e sprazzi di energia fino al traguardo dove l’attendeva la sua famiglia ad applaudirlo come un Eroe….

    Si, perché è un’impresa eroica quella che compiono i maratoneti che solo dopo aver superato questa gara si possono ritenere podisti completi, di un altro livello….

    Primo dei i nostri atleti è stato Sadiddin ABSI con 3h 30’40”, seguito da Marco LUPO con 4h 05’59”, Claudio BUCCI con 4h 23’55”, Enrico ANDREOTTI che ha sacrificato il suo ritmo per portare al traguardo un suo amico e paesano di Milena e Canio anch’egli alla prima maratona ed ha chiuso con 4h 41’ 59”, Enrico GIUSTINIANI e Fabrizio BAIONE che si sono incoraggiati e supportati a vicenda durante tutto il tragitto dividendosi anche l’acqua ed i sali minerali, a cui si è aggiunto anche Canio dal 21° Km in poi  ed hanno chiuso con 4h 48’ 45” Enrico e dopo un solo secondo Fabrizio, Fabio GIULI agguerrito come mai, inarrestabile che ha chiuso con 5h 23’ 57”.  Peccato per Milena MOSSUCCA che per via di n infortunio non ha potuto prendere parte alla gara ma si è presentata con il marito Giuseppe ZARRA AL 37° km urlando a squarciagola “Fabrizio non mollare ora sennò mi arrabbio” e correndo con lui oltre le transenne per qualche centinaio di metri. Una grande….E’ questa la bellezza della maratona, è questa la forza della nostra Società.

    WE ARE RUNFOREVER