• Roma-Genova-Firenze

    Le gare del 10 Aprile

    10 aprile 2022

    Le gare di domenica 10 aprile 2022.

    Roma, Firenze, Genova, tre bellissime città italiane accomunate da cosa? Dalla partecipazione di nostri runners a competizioni che si sono disputate il 10 aprile.

    A Roma è andata in scena la famosissima “Appia Run” giunta alla sua 23^ edizione, con partenza alle 9.30 snei pressi delle Terme di Caracalla ed arrivo, dopo 13 km, nello Stadio “Nando Martellini” sempre a Caracalla. E’ una gara talmente conosciuta che ha visto la partecipazione di ben 2121 concorrenti che hanno formato un lunghissimo serpentone tra le strette stradine dell’Appia Antica, lastricata di “sanpietrini” e “basolato” per poi scendere, percorrere e risalire lungo il tratto sterrato del Parco della Caffarella. I 4 runners che vi hanno preso parte si sono dati appuntamento all’ingresso dello Stadio, infreddoliti da un’insolita mattinata tutt’altro che primaverile, poi foto di rito saluti alla signora D’Agostino, sempre presente e via in griglia. Simona, Canio, Massimo e Fabrizio si sono uniti agli altri partecipanti ed in attesa dello start hanno socializzato con i presenti scambiando battute e sorrisi. Fabrizio con il suo fisico aitante , muscoli ben in vista e con la sua irresistibile simpatia ha calamitato l’attenzione specie al femminile, rendendo veramente gradevole l’attesa.

    Durante il percorso è stato difficile restare uniti, sia per il numero veramente alto di partecipanti che per il poco spazio a disposizione. Massima attenzione a dove mettere i piedi per evitare cadute che sono successe a molti podisti. Al termine della gara il più veloce è stato Massimo D’Agostino, 1h 13’ 54”,  1210°, Canio Martinelli 1h 19’ 07” 1389°, Simona Giordani 1h 28’ 58” 1968°, tempi in real time.

    A Firenze intanto tutto era pronto per la Mezza Maratona. Podisti giunti da ogni dove radunati sul Lungarno e pronti a dar vita ad una gara ricca di vedute storiche e paesaggistiche  lungo tutto il percorso. Rocco, Gianluigi e Raffaele sono andati in trasferta per una mini vacanza podistica. Gianluigi ci racconta: “una bella giornata di sole e il pieno di turisti come se non esistesse più il covid, hanno fatto da cornice alla mezza maratona di Firenze. Circa 2200 partecipanti alla manifestazione (1880 giunti al traguardo) lungo un percorso reso difficoltoso a tratti dalle disconnessioni del pavè secolare. Per la Runforever hanno partecipato alla trasferta tre veterani, con Gianluigi Bianchini che ha ritoccato il suo miglior tempo sulla distanza classificandosi 60esimo assoluto col tempo di 1h22'22" e Raffaele De Santis e Rocco Di Fede che rispettivamente con 1h42'04" e 1h42'06" hanno attraversato le viuzze della città culla del Rinascimento col passo deciso che ha consentito a entrambi di migliorare la recente prestazione nella Roma-Ostia. Meritatissime quindi le abbondanti fiorentine gustate a pranzo a tavola.”

    Anche Genova ha visto protagonista la nostra Società, con la partecipazione di Enrico Giustiniani (il Prof.) alla Mezza Maratona che ha chiuso con 1h 55’ 43” classificandosi 850° su un totale di 1239 giunti al traguardo.

    Ecco il racconto di Enrico: “Il 10 aprile si è corsa la “Mezza di Genova” dopo tre anni di stop per il Covid, partenza e arrivo dal Porto Antico della città proprio davanti il bel palazzo della casa di San Giorgio. Circa 3000 partecipanti di cui 1600 per la mezza e gli altri per la 13k che farà lo stesso percorso. Bellissima giornata, forse anche troppo, siamo partiti alle 9 e verso le 11 facevano almeno 16-18 gradi.

    Partenza tutti insieme senza griglie, si gira subito per il centro città, ovviamente non si corre tra gli stretti Carrugi, ma percorriamo il meglio da vedere: Via Garibaldi e Piazza Ferraris. Non ci sono particolari limiti alla circolazione escluso agli incroci, né limitazioni per i (pochi) pedoni che rispettano molto i corridori, una mezza molto “nordica”; quattro ristori solo di acqua. Si scende sul lungomare verso Levante fino a Boccadasse abbiamo il sole davanti a noi, ritorniamo indietro nel senso opposto e prendiamo la sopraelevata, che chiude al traffico solo in occasione della mezza maratona. Si gode un bel panorama della città a sinistra, a destra c’è il mare. Ripassiamo “sopra” l’arrivo dove scende la 13k e andiamo verso ponente fino alla Lanterna simbolo della città, gli giriamo intorno e sempre sopra la sopraelevata si torna indietro verso l’arrivo. È una corsa veloce, pressoché piatta, ma ovviamente meno competitiva di una Roma-Ostia. Tripletta Keniana tra gli uomini, vince MUSYOKA MARTIN MUMO in 1.02.54, tra le donne vince la ternana PETRINI ELENA MARIA in 1.24.14. I nostri top non avrebbero sfigurato, Riccardino Volpe con il suo 1.14.41 di Ostia sarebbe arrivato settimo assoluto, Emanuele Battaglia con il suo 1.16.03 sarebbe arrivato ottavo subito dopo. Io? Me la sono cavata 1.55.43 ben 15 minuti meglio della Roma-Ostia, ma ero “senza Baione” (scherzo, sapete quanto gli voglio bene). La mezza di Genova ve la consiglio, la città è molto bella anche per portarci i bambini per l’acquario, la partenza è proprio a ridosso della parte vecchia con tanti B&B e si arriva comodamente a piedi alla partenza.”

     

    Un saluto a tutti i nostri runners che non hanno potuto prendere parte alle gare perché impegnati chi in allenamenti, chi alle prese con infortuni, chi impegnati in altri sport e chi in mangiate goderecce.

     

     

Vedi anche...

    Dicono di Noi